mercoledì 9 novembre 2016

CIBO, SESSO, AMORE, SALUTE, DENARO
IL NUTRIMENTO è ENERGIA VITALE, INFLUENZA OGNI ASPETTO DELLA NOSTRA VITA e ANCHE IL NOSTRO DESTINO
 ASSOCIAZIONE ANGELIEGERMOGLI Paola Sassi
presenta
WORKSHOP in 2 giornate: 19 e 26 novembre 2016
dalle 10.00 alle 17.00
 Centro Botanico, via Cesare Correnti 10

AUTOCURATI CON IL CIBO: come utilizzare il cibo come fonte di armonia, salute, forza, serenità e addirittura prosperità
SESSO, AMORE, SALUTE e DENARO e tutto ciò che facciamo è regolato dal nostro modo di mangiare. Guardarsi dentro e osservarsi, apportando anche solo dei piccoli cambiamenti, può dar luogo a una radicale svolta positiva in ogni campo della nostra vita
Il rapporto col cibo rappresenta il primo scambio che abbiamo con la vita e determina e influisce su ogni aspetto della nostra quotidianità, anche sul nostro destino

Costo 180€. Indispensabile prenotazione: +393317382531

info@angeliegermogli.it         www.angeliegermogli.blogspot.it

giovedì 9 giugno 2016

                        Mercoledì 15 Giugno 
                                  dalle 19 alle 21.30
                          
                           Centro Botanico, via Cesare Correnti 10
              
                  AUTOCURA: IL CIBO CHE CURA MENTE CORPO E ANIMA

Seminario di 8 incontri per imparare a riattivare e sostenere quel meccanismo di autorigenerazione che ci permette di curarci e di arrestare l’ossidazione e l’invecchiamento.
Come? Attraverso la conoscenza delle caratteristiche energetiche del cibo e il suo specifico influsso sugli organi vitali.
Scopriremo come trarre il massimo beneficio da esso, per ogni costituzione specifica e in ogni stagione dell’anno. 
"Il benessere è una questione di frequenza e poiché ogni essere vivente nasce da una matrice di energia sottile, è bene comprendere che più il nostro sistema mente, corpo e anima vibra a una frequenza elevata, maggiore sarà il nostro livello di salute e armonia psicofisica."
Ogni incontro sarà accompagnato da una meditazione e da esercizi specifici.

A cura di Paola Sassi, giornalista, ricercatrice spirituale, reiki master. Si occupa di radioestesia, terapia alimentare, pranoterapia, lettura dell’aura e pulizia vibrazionale da oltre 20 anni attraverso seminari e incontri individuali. È fondatrice dell’Associazione e del Metodo Angeli & Germogli per il benessere e la cura simultanea di mente, corpo e anima e autrice dell’omonimo libro Anima & Germogli, Anima Edizioni.
 
www.angeliegermogli.it/angeli&germogliblogspot.
Il costo è di Euro 50 a incontro.

Per info e prenotazioni: 331 7382531 info@angeliegermogli.it




logo-dark-1.png


mercoledì 23 marzo 2016

I GERMOGLI


Tenere un piccolo orto di germogli in casa ed osservare come dal seme si sprigiona il germoglio ci da la possibilità di osservare ogni giorno il miracolo della vita in azione. Piacerà moltissimo ai bambini e aggiungerà gioia alla cucina!!
Soprattutto per chi si è nutrito per lungo tempo di cibi pronti e confezionati, ristoranti di vario genere e cibo animale “pesante”, i germogli possono essere una vera risorsa rigenerante e disintossicante.
Nelle antiche tradizioni Cinesi e Indiane, già migliaia di anni fa, i germogli crudi erano raccomandati come  energetici o per disturbi articolari, crampi, disturbi digestivi, problemi respiratori, della pelle e malattie del cuoio capelluto.
L’energia del germoglio è alla massima potenza quella dell’elemento Legno che coinvolge la flessibilità, le articolazioni e il fegato ma sono talmente ricchi di principi nutritivi che possono aiutare a risolvere una grande varietà di problematiche e ad includere nella dieta una quantità concentrata di minerali, vitamine, enzimi e proteine, ottenibili in pochissimo tempo, a pochissimo prezzo ed altamente digeribili.
Ce ne sono una gran varietà ottenibili da semplici semi, legumi o cereali.; il processo di germogliazione sviluppa al massimo la potenzialità del seme trasformandola in energia assimilabile dall’organismo e  permette di mangiare crudi quegli stessi semi, fornendo delle vere e proprie piccole bombe nutrienti anche a chi soffre di problemi digestivi. Contengono inoltre vitamina C, A, ferro e B12 cosa altamente utile per chi già segue una dieta vegetariana.
Per prepararli servono pochi strumenti (barattolo o germogliatore ma tutto è indicato generalmente sulle bustine che si acquistano) e nient’altro che acqua (il contatto con l’acqua “risveglia” il seme ed avvia il processo chimico che lo trasforma in pianta), luce ( solo per quelli a foglia e mai luce diretta. La luce attiva la fotosintesi e la conseguente formazione di clorofilla) temperatura adeguata (dai 20 a 28°) e ossigeno (i semi essendo vivi hanno bisogno di respirare quindi è importante sistemarli in una zona adeguata e in un contenitore areato).
Possono essere usati tali e quali, mangiandoli con un filo d’olio extravergine, limone e salsa di soia, aggiunti ad insalate o verdure cotte, a centrifughe,  in zuppe e brodi, pasta o riso saltati. Come ingredienti di sandwich e piadine oppure scottati brevemente o cotti al vapore.
Un brodo altamente disintossicante per il fegato si prepara sbollentando una manciata di germogli di senape o crescione o trifoglio rosso o finocchio, in una tazza abbondante d’acqua. Appena l’acqua alza il bollore scolare i germogli e berne il brodo di cottura. Insieme ad una dieta vegetariana, questo brodo, preso ogni giorno per almeno 3 settimane, aiuta a depurare l’organismo e a rinforzare la flessibilità articolare.
Di seguito le proprietà e i principi nutritivi di alcuni germogli:
-          Broccoli: antiinfiammatorio, antiossidante, migliora le difese dell’organismo e contiene potassio, fosforo, ferro, zolfo, calcio, clorofilla, vit A,B,C,E
-          Crescione: proprietà depurative, aiuta a riequilibrare livello di zuccheri e contiene calcio, potassio, iodio, fosforo, clorofilla e vitamine A,B, C,D
-          Erba medica (alfalfa) : regola il colesterolo, utile per reumatismi, artrite e diabete. Contiene fosforo, calcio, potassio, magnesio, ferro, selenio, zinco, iodio, manganese, clorofilla compl B vit A,C,D,E,K
-          Girasole: utile per la salute del tessuto nervoso e muscolare. Contiene calcio, magnesio, potassio, ferro, fosforo, selenio, clorofilla e vit A, compl B, C,D,E
-          Lino: antiossidante, protegge contro i disturbi cardiovascolari. Contiene magnesio, potassio, fosforo, calcio, ferro, omega 3, clorofilla, fibre. Contiene vit E,F,K.
-          Porro: antiossidante e antiinfiammatorio. Contiene calcio, fosforo, ferro, clorofilla e vit A e C
-          Rucola: antiossidante, salute della pelle e dei denti. Contiene vit C, fosforo, ferro, magnesio e clorofilla
-          Senape: depura il fegato, rafforza il sistema immunitario, stimola la circolazione ed è decongestionante. Contiene vit A,B,C, calcio, magnesio, potassio, ferro selenio, fosforo, zolfo e clorofilla.






IL SEMINARIO IL CIBO CHE CURA

IL SEMINARIO di AUTOCURA: il CIBO CHE CURA
5 incontri di una giornata
Il percorso propone modalità di riattivazione del meccanismo di autorigenerazione in noi, arrestando progressivamente la degenerazione e l’invecchiamento, attraverso la conoscenza delle caratteristiche energetiche del cibo e il suo specifico influsso sugli organi al fine di trarre il massimo beneficio per ogni costituzione specifica ed in ogni stagione dell’anno.
Ogni cibo ha una sua qualità intrinseca, utile a favorire la salute e la vitalità di determinati organi e chakra; è importante conoscere le caratteristiche di entrambe per poter intervenire in modo risolutivo ma, contemporaneamente, anche considerare che la vitalità del corpo è intrinsecamente connessa alla qualità dello stile di vita e dei nostri pensieri quotidiani. Ovvero gli organi si ammalano perché?
Dietro ogni malessere fisico si cela un disagio dell’anima: il corpo fisico è la manifestazione finale del nostro essere che prima di essere tangibile è una struttura nel sottile che informa e dà vita alla nostra manifestazione psico/fisica (i nove mesi di gravidanza servono proprio a “tradurre” in corpo fisico, i codici inscritti nella matrice energetica).
 Ovvero nasciamo con una struttura  ”sottile” che condiziona ogni aspetto della nostra vita e dà luogo ad una qualità di pensieri che creano continuamente situazioni consciamente o meno. L’apparato digerente è inoltre una specie di “secondo cervello” (chiamato “cervello addominale”) che reagisce istantaneamente alla qualità vibrazionale del cibo che introduciamo ( ed anche a quella del rapporto che abbiamo con l’ambiente) dando gli stimoli corrispondenti al cervello: certi cibi producono in noi leggerezza, serenità ed equilibrio mentre altri inducono uno stato di tensione, ansia ed idee convulse. (per Bruce Lipton “la qualità delle relazioni intercorse determina il destino della cellula e dell’intero organismo)
Attraverso l’uso cosciente delle qualità energetico/vibrazionali del cibo, esercizi specifici, la consapevolezza e la meditazione, possiamo trasformare la qualità della nostra vita elevandone la frequenza per dar luogo al cambiamento e ad una nuova manifestazione.

Si considerano quindi quali cibi con la loro caratteristica energia, aiutano i singoli organi, per arrivare infine ad una sorta di autoterapia, che ripulisce, rafforza e rigenera la loro funzionalità.

La DIETA BASE RIGENERANTE: principi orientativi


-          Ecco dei principi orientativi di base che possono essere utilizzati  da tutti, fermo restando che ognuno ha la sua costituzione originaria che va valutata singolarmente:  fondamentale, nel momento in cui si decide di dare una svolta utile alla propria vita, è assumere un atteggiamento positivo costante con la consapevolezza che si sta aggiungendo un valore che da energia, salute ed armonia ad ogni aspetto della quotidianità ed eliminare l’atteggiamento negativo della privazione. In altri termini è bene concentrarsi sul cambiamento come fonte di energia nuova e pulita anziché combattere il desiderio di certi alimenti, focalizzarsi sull’obbiettivo salute per ottenere quello che si vuole, piuttosto che sprecare forze per evitare quello che non si vuole.
-          È necessario essere nell’attitudine mentale del cambiamento positivo ed evitare di concentrarsi sul timore di non farcela a cambiare perché l’attitudine mentale negativa letteralmente “avvelena” le cellule del corpo e si diffonde a macchia d’olio (nei corsi di radioestesia si affronta per esteso questo argomento); per ottenere questo è consigliabile concentrarsi sul creare nuove abitudini (e non combattere per liberarsi di quelle vecchie perché così facendo diamo loro più forza) usare mezzi come le visualizzazioni positive presenti nella Meditazione della linfa  che aiutano a centrarsi e riallinearsi. Accogliere in pieno l’insegnamento del Maestro Saint Germain che, come dimostra la fisica quantistica dice che “noi siamo lì dove è la nostra attenzione”.
-          L’ uso dei cereali integrali o semi- integrali è la base del principio di questa dieta di rigenerazione, non solo perché il cereale in chicco è quello che assomiglia di più all’embrione umano avendo in sé entrambe i principi vitali di espansione e contrazione yin e yang ma, soprattutto perché è “vivo” (pensiamo che se lo mettiamo in acqua è in grado di germogliare e in quella fase sviluppa tutti i principi vitali, vitamine e Sali minerali) e fonte di carboidrati, proteine, grassi, fibre.
-           Le farine invece a meno che non siano appena macinate dal chicco, possono essere natura “morta”. Non a caso l’alimento base dell’essere umano è sempre stato il cereale integrale diversificato nelle varie parti del mondo.
-          I Legumi che sono fonti di proteine vegetali, forniscono fibre, proteine e nutrienti preziosi. L’essere umano di base non ha bisogno di cibo animale e il suo stomaco non è fatto per questo.
-          Le verdure di stagione sono cariche di forza vitale e forniscono una gran varietà di vitamine e Sali minerali indispensabili a mantenere l’elasticità del corpo  e a far fluire le energie. Per stare bene abbiamo bisogno di sciogliere i blocchi ed essere nel flusso della vita, tanto più in questa nuova era dove la frequenza del pianeta è in continua accelerazione e i nostri corpi hanno l’esigenza di adeguarsi a questo con crescente flessibilità ed energia.
-          La frutta di stagione e la frutta secca forniscono la componente dolce necessaria e tanto gradita mentre gli zuccheri e i dolcificanti non fanno parte delle esigenze di base del corpo umano ma sono semplicemente strumenti per creare dipendenza.
-          I semi sono carichi di vitamine e principi vitali e sono un ingrediente prezioso per insaporire e valorizzare i piatti (i semi di sesamo per la tradizione orientale sono fonti di eterna giovinezza e simbolo di vita eterna: la formula “apriti sesamo” ci sprona a dischiudere il nostro potenziale divino  Come il chicco hanno in sé il pieno potenziale espressivo della forza vitale yiin e yang)
-          Le alghe sono vere e proprie bombe di Sali minerali ed hanno proprietà detossinanti usate anche in casi di malattie gravi quali i tumori
-          Il pesce, preferibilmente a carne bianca, non è necessario ma, volendo si può utilizzare in piccole porzioni due volte alla settimana. I molluschi e i crostacei ogni tanto .
Il consiglio è di far precedere i pasti da una zuppa vegetale leggera o un brodo che predispone il sistema digestivo e aiuta a ristabilire la flessibilità. È importante ricordare che l’acqua è un potente mediatore di energia e il nostro corpo ne è costituito dal 70% , quindi l’uso di brodi ed acqua ripuliti energeticamente e  positivamente caricati è estremamente utile per ripulire il corpo, liberare la mente e permetterle di innalzare la sua frequenza.
-          consumare nei due pasti principali un primo a base di cereali integrali (con o senza verdure) e
-          uno o due piatti di verdure di stagione crude, appena scottate o cotte più a lungo a seconda del periodo dell’anno (d’estate saranno più adatte le verdure crude, mentre d’inverno quelle cotte)
-          Una piccola parte di proteine vegetali: legumi o tofu o tempeh (il seitan è un argomento a parte)
-          Un dolce naturale ( frutta di stagione) soprattutto per coloro che desiderano ridurre la dipendenza da dolci ( lo zucchero è veramente nocivo a tutti i livelli, corpo e mente e andrebbe drasticamente ridotto fino ad eliminarlo tanto più che ne esistono valide alternative)
E molto importante l’uso di olio extravergine d’oliva spremuto a freddo e di sale marino integrale proveniente dalle nostre zone (es Sicilia) evitando Sali troppo yang provenienti da zone montuose dove le esigenze del corpo fisico sono diverse.
Soprattutto per chi da molti anni vive in modo frenetico mangiando piatti pronti o spessissimo fuori è bene abituarsi progressivamente a questo tipo di alimentazione facendo anche piccoli passi alla volta per non squilibrare eccessivamente il nostro corpo emotivo; il beneficio si sentirà presto specialmente nel senso di ritrovare maggiore energia fisica e serenità mentale e questo darà la forza e la motivazione per proseguire in tal senso. Nella cucina internazionale ed in quella italiana ci sono moltissimi primi piatti a base di verdura che vanno bene per incominciare; pasta e fagioli o ceci sono un classico della cucina italiana ma anche in quella cinese o giapponese, thailandese o medio orientale esistono tanti piatti di pasta e riso saltati con verdure o anche molte zuppe fra cui quella di miso che è utilissima per ricaricare il corpo di Sali minerali e vitamine.
Fondamentale, nella cucina Orientale è evitare il glutammato monosodico che hanno l’abitudine di usare per insaporire i piatti ( al supermercato esistono molti dadi che ancora lo contengono fra cui dei dadi di miso),  è molto dannoso per la salute; è bene leggere sempre la composizione degli alimenti e comprare miso e salsa di soja biologici e certificati che in questo modo mantengono le loro preziose proprietà nutritive e sono completamente privi di glutammato monosodico.
Ridurre drasticamente fino ad evitare di consumare cibo animale quale carne, insaccati, formaggi ed anche uova ( a parte il pesce come dicevamo in piccole porzioni) perché crea ristagni e addensamenti, cisti calcoli, tumori, colesterolo, eccesso di grassi in generale e le sue qualità vibrazionali impediscono alla mente di essere armoniosa e serena inducendo stati d’ansia, tensione, pensieri ossessivi, stanchezza, irritabilità. Tutte le grandi tradizioni filosofico/religiose hanno sempre sconsigliato di cibarsi di carne (pensiamo ad Aivanhov per esempio) perché dato che siamo tutti parte di un'unica immensa vita regolata dalle leggi del rispetto e dell’armonia fra tutti regni, nutrendosi di animali uccisi si  va di fatto contro al principio stesso della vita. Con tutti gli esseri viventi abbiamo stretto dei patti di collaborazione e quello fatto con il regno animale comporta che lo aiutiamo ad evolvere e non certamente che ne stronchiamo l’evoluzione mangiandocelo.
Per quanto riguarda i pesci invece il patto originario implicava che nutrendocene, consentiamo loro di evolvere. Il patto originario si ma dato l’attuale momento evolutivo del pianeta e il continuo aumento di frequenza che sottopone i nostri corpi a un grosso stress con il fine di “sottilizzarli” perché possano sintonizzarsi col progetto animico, è indispensabile rendersi conto di dover rispettare tutta la vita di tutti i regni ed è quindi progressivamente è importante indirizzarsi verso una dieta vegana.


FILOSOFIA di AngelieGermogli


L’unica vera creazione è l’amore perché è il “collante cosmico”, la forza che tiene insieme tutte le cose e da loro la vita
E il cibo è l’amore con cui la madre terra si offre a noi per nutrirci e il modo migliore che abbiamo per dimostrare amore a noi stessi ed agli altri … siamo tutti parte di un’unica immensa vita… nata dall’amore di un’infinita forza creatrice e se vogliamo evolvere, all’amore dobbiamo ritornare.
 La cucina è “un modo di essere ed esprimere amore”… amore per se stessi e per la madre terra, enorme corpo vivente che si offre a noi come palestra per consentirci di vivere ed essere nel pieno della nostra essenza.
Il corpo di ogni essere umano è una sorta di miniatura del pianeta terra, fatto della stessa sostanza della fonte di ogni creazione: i raggi della creazione…. la vibrazione che diventa colore e si materializza.
Tipi di vibrazione diversi, assumono diversi colori per via della loro differente frequenza, sia all’interno del corpo umano sia nel corpo della madre terra, attraverso i chakra dell’uno e dell’altro.
Dalla consapevolezza di questo rapporto intimamente correlato del tutto col tutto, nasce uno stile di vita che fa del rispetto la sua parola d’ordine. Questo implica, ovviamente un percorso personale di crescita interiore e un rendersi conto progressivo del fatto che la nostra vita non può essere nutrita dalla morte di altri esseri viventi o dalla loro sofferenza.
In natura esiste tutto quello che serve all’essere umano per nutrirsi, per non parlare poi del fatto che il nostro intestino ha più le caratteristiche dell’erbivoro che non quelle del carnivoro.
Tutti i prodotti della madre terra, inoltre nutrono non solo il nostro corpo fisico, ma anche tutti quelli sottili, con energie pulite e mirate ad ogni esigenza ( ogni chakra ad esempio è sensibile ad una determinata qualità di cibo) laddove invece ogni animale ucciso può nutrire il nostro corpo soltanto con tossine /dolore, sofferenza e praticamente sempre, anche prigionia.
Indubbiamente è una scelta radicale che parte innanzitutto dall’ imparare ad amare se stessi  come facenti parte di un unico immenso organismo vivente, il pianeta terra e ad accettarne, in questo senso, la totale responsabilità; la nostra sopravvivenza dipende proprio da questo, dall’accettare, comprendere e vivere concretamente l’interdipendenza paritetica di tutti i regni (umano, animale, minerale, vegetale, fossile…), nessuno dei quali può proseguire nella sua evoluzione lasciando indietro anche soltanto la più piccola parte della creazione.
 Nutrendoci con i doni della madre terra, consciamente, possiamo assumere l’energia di tutti le frequenze/colore esistenti in natura attraverso i vegetali caricati dal sole, sorgente della vita e dell’energia, ricaricando così le ghiandole endocrine, i chakra, gli organi interni e tutto il corpo. Per non parlare poi di fiori e piante la cui energia comunica direttamente con i nostri corpi sottili…. In due parole insomma, attraverso la cucina possiamo amare noi stessi e, risvegliandoci,  amare l’anima del mondo onnipresente, cambiare prospettiva e camminare non sulla ma nella terra, vivere la nostra intera vita all’interno di un grande organismo planetario che ci nutre costantemente a tutti i livelli col suo verde, il suo vento, la sua pioggia e le sue sagge antiche montagne… in simbiosi con l’aria, l’acqua e tutti gli organismi viventi  in modo da provare gioia alla luce del sole che nasce ogni giorno come gioia universale… il nostro sole dentro che possiamo espandere a tutto quanto ci circonda.


La frequenza del cibo


il pasto è un momento di scambio energetico fra noi e il cibo: è il momento in cui il cibo “diventa noi”, un momento di “comunione” in cui al tempo facciamo nostra la sua energia e, con la nostra stessa, possiamo interagire e caricare la sua. Possiamo immaginare momento più importante e delicato per la nostra salute?
Recenti studi della Columbia University e lo stesso Bruce Lipton insegnano che il corpo viene a contatto con l’esterno non solo attraverso la pelle ma anche attraverso la parete intestinale e l’intestino chiamato “cervello addominale” invia più segnali alla testa di quanto non ne riceva da esso. Da qui l’importanza fondamentale di nutrirsi con alimenti che inviino segnali ad una frequenza utile alla vita e vivere in un ambiente libero da stress in quanto è la qualità vibrazionale del rapporto che viviamo con l’esterno a determinare il destino della cellula e dell’ intero organismo. 

Ogni essere vivente e quindi ogni alimento, attraverso il flusso dell’energia vitale che lo attraversa, ha una sua frequenza. L’essere umano, dotato di una mente arbitrariamente libera, può decidere se innalzare o meno la sua frequenza indirizzandosi verso ciò che nutre l’intera vita piuttosto che il contrario…
Negli ultimi anni la frequenza del pianeta aumenta così velocemente che i nostri corpi fisici, se alimentati in modo contrario alla vita, fanno una grande fatica ad adeguarsi, se non addirittura cedono creando disturbi di ogni genere. 

Siamo entrati in una nuova era che ci offre l’opportunità di riallinearci all’energia della forza creatrice originaria che è poi soltanto Amore e rispetto per la vita e le sue leggi: viviamo all’interno di leggi sottili che governano l’intero cosmo, leggi che a volte ignoriamo e ciò comporta delle conseguenze
 La legge dell’economia cosmica (siamo tutti un'unica immensa vita in cui ognuno serve alla vita dell’altro) è quella che regge e governa la vita intera e la frequenza del pianeta sta cambiando per offrirci la possibilità di riallinearci consapevolmente alla forza creatrice originaria e costruire un nuovo mondo armonioso.. indispensabile quindi “sottilizzare” i corpi fisici (renderli elastici e forti in grado di rigenerarsi continuamente) e “ materializzare” l’intento dell’anima ( l’intento originario dell’anima è creare nell’amore e nel rispetto della vita).

Cibi pesanti (per corpo, mente ed anima) bloccano il flusso della vita in noi, impediscono ai ns corpi fisici di adeguarsi al cambiamento ed innescare il processo di autoguarigione.
Da qui l’esigenza di conoscere l’energia del cibo per utilizzarla a favore della nostra salute e considerare che tutta la vita in noi ha bisogno di essere nutrita (mente, corpo ed anima) eliminando additivi, sostanze chimiche energie e vibrazioni interne ed esterne che sono contrarie a questo.
Il nostro rapporto col cibo è mediato dalla capacità che abbiamo di amare noi stessi. Se in noi c’è la misura dell’amore siamo aperti a sentire e comprendere quello che è utile o meno al nostro sistema corpo/mente/anima, diversamente, avremo soltanto dei bisogni condizionanti.